In collaborazione con lo Studio VM Partners Dottori Commercialisti e Consulenti del Lavoro Associati pubblichiamo la seguente notizia:

 

Con il comunicato stampa n. 269 publicato in data odierna, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha annunciato la proroga, dal 30 novembre al 10 dicembre 2020, del termine per il versamento della seconda o unica rata d’acconto delle imposte sui redditi e dell’IRAP dovuta dagli operatori economici.
Inoltre, con il DL Ristori-quater in pubblicazione tra domani e lunedì, sarà prorogato al 30 aprile 2021 il versamento della seconda o unica rata dei suddetti acconti anche per le imprese non interessate dagli ISA:
  • ovunque localizzate, che hanno conseguito nel periodo d’imposta precedente a quello in corso (2019 per i “solari”) ricavi o compensi non superiori a 50 milioni di euro e che, nel primo semestre 2020, hanno subito una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi di almeno il 33% rispetto al primo semestre 2019;
  • che operano nei settori economici individuati nell’Allegato 1 al DL 137/2020 e nell’Allegato 2 al medesimo DL 149/2020 e hanno domicilio fiscale o sede operativa nelle c.d. “zone rosse”, nonché per i soggetti che gestiscono ristoranti nelle c.d. “zone arancioni”, a prescindere dai requisiti relativi ai ricavi o compensi e alla diminuzione del fatturato o dei corrispettivi.
Infine, sempre nel DL Ristori-quater di prossima pubblicazione, viene posticipato anche il termine per la presentazione dei modelli Redditi 2020 e della dichiarazione IRAP 2020, che sarà portato al 10 dicembre 2020.

2 + 11 =